Nell’intento di un costante aumento della sicurezza del proprio personale Sepor S.p.A è sempre stata spinta negli anni dalla continua ricerca di nuove ed efficaci soluzioni per limitare il più possibile o, addirittura annullare, l’ingresso degli operatori negli spazi confinati durante gli interventi di bonifica.

Sepor S.p.A si è dotata negli ultimi di robot specificamente ideati per muoversi agilmente negli spazi più angusti, rompere e aspirare i fondami e successivamente lavare fondo e pareti del serbatoio tramite i loro ugelli ad alta pressione.
I robot in dotazione alla Sepor sono idonei a lavorare in zone classificate Atex zona 1; sono completamente manovrati da un operatore esterno, e connessi ad autospurghi altamente performanti come la serie Tornado, in dotazione alla Sepor SpA, diventano la macchina perfetta per limitare il più possibile (e, in alcuni casi, eliminare totalmente) il lavoro umano all’interno del serbatoio.